I miei temi

L’Italia non ha bisogno di muri, ma di ritrovare la sua vocazione di leader internazionale che, per la sua posizione strategica, sappia fare da ponte tra l’Europa, l’Africa e il Medio Oriente, così da attivare le potenzialità di crescita che ci sono in questi continenti. Per rafforzare la leadership italiana in Europa dobbiamo continuare ad attuare strategie di apertura nei confronti del mondo. Apertura e stabilità sono i pilastri sui quali dobbiamo basarci per permettere al Paese di crescere e alle imprese di prosperare.

Ho avuto la fortuna di crescere in una regione straordinaria con eccellenze imprenditoriali e una lunga tradizione culturale. Voglio che il nostro Veneto sia una terra aperta e non un fortino chiuso e sappia puntare su innovazione e istruzione anche per richiamare le nostre migliori risorse, in particolare nelle aree interne.

L’innovazione e la digitalizzazione sono risorse indispensabili per rendere più semplice la vita del cittadino e per portare maggiore trasparenza nelle istituzioni. Ho lavorato per portare una maggiore efficienza nella Camera dei Deputati e continuerò a impegnarmi per rendere il nostro Paese più digitale con servizi pubblici innovativi.

Nel nostro Paese crescono e si formano talenti che, troppe volte, rischiano di non essere valorizzati: è a loro che dobbiamo rivolgerci non solo mediante incentivi e agevolazioni, ma anche attraverso l’apertura e la partecipazione. A loro consiglio il dialogo e di affrontare le sfide con la capacità di rovesciare i tavoli, se serve.

C’è bisogno di una politica capace di mettere al centro il tema della sostenibilità ambientale: ce lo chiedono migliaia di giovani che vogliono azioni concrete per la lotta ai cambiamenti climatici e per rispettare gli obiettivi dell’Agenda 2030 dell’Onu. Siamo al lavoro per ridurre le emissioni inquinanti, incentivando la mobilità sostenibile e favorendo l’energia rinnovabile.

Il mio compito è quello di assicurare che il Governo sia rappresentato nelle sedi parlamentari e che ogni provvedimento segua il suo corretto percorso nel rispetto del Parlamento e per il bene del nostro Paese. Dobbiamo affrontare sfide importanti legate all’ambiente, al lavoro, all’istruzione e alla riduzione delle disuguaglianze: le vinceremo grazie all’impegno e al dialogo continuo con i rappresentanti dei cittadini e delle istituzioni.